Il miracolo segreto, la recensione di Lialegge


Lialegge

Valutazione five stars

“Il miracolo segreto” è un romanzo ben costruito, che tocca vari temi intrecciandoli con abilità. Il protagonista, Roberto, è una persono “normale”, senza picchi di virtù e di vizi, genitore single che si sforza di fare del suo meglio per sbarcare il lunario e per accudire Alice, la figlia adolescente che soffre di disturbi alimentari. La madre, Valeria, ha rifiutato di accollarsi le cure e le responsabilità che conseguono a una maternità da lei non desiderata ed è andata a vivere al di là dell’Oceano, negli Stati Uniti. Un elemento fantascientifico, un software che dovrebbe prevedere il futuro del pianeta e del suo clima, rivela qualcosa che rompe gli equilibri di questa famiglia monogenitoriale, spingendo Roberto a mettersi in cerca di Valeria. Con una scrittura limpida, sia nelle descrizioni sia nei dialoghi fluidi, Andrea Masotti disegna personaggi veri e credibili, con le loro aspirazioni, le loro frustrazioni, i fallimenti e i valori in cui credono: la famiglia, lo sport, l’amicizia, il futuro del pianeta.

Pubblicato in critica letteraria, romanzo | Lascia un commento

Il Miracolo segreto – Recensione di Daniela Domenici su “Daniela e dintorni”


Il miracolo segreto, di Andrea Masotti, recensione di Daniela Domenici

IL MIRACOLO SEGRETO, DI ANDREA MASOTTI, RECENSIONE DI DANIELA DOMENICI
4 settembre 2019

“…distruggerei anche la mia (immagine), il quadro patetico di chi ha voluto a tutti i costi una figlia per crescerla da solo. Sono certo di aver commesso una leggerezza fatale ma sono anche convinto che solo lei dia senso alla mia vita…”: in queste poche parole è racchiuso, secondo me, il messaggio, commovente e straordinariamente vero, di questo splendido libro di Andrea Masotti, medico e scrittore, il cui protagonista è Roberto, un uomo che vive in provincia, che fa l’ impiegato in una concessionaria e che ha scelto di tenere con sè la figlia mentre la madre, Valeria, ha voluto perseguire i suoi obiettivi di carriera andandosene all’estero; tra alti e bassi, difficoltà enormi ma anche tante dolci soddisfazioni, prosegue nel suo cammino di Padre con la P maiuscola. Sua figlia si chiama Alice ed è in piena adolescenza, un momento notoriamente di passaggio, oltremodo arduo da gestire soprattutto quando lei comincia a soffrire di disturbi alimentari.

Per aiutarla Roberto decide di andare a cercare Valeria ma…non vi racconto altro per lasciarvi immergere e avvolgere dalla magia di questa storia raccontata dall’autore attraverso moltissimi dialoghi dal ritmo veloce, quasi da giallo, frasi brevi e dense di aggettivi e qualche flashback che aiuta a ricostruire il passato di Roberto come grande promessa del calcio; ritroviamo due dei suoi migliori amici dell’epoca, Paolo e Pierre, che gli sono molto vicini in questo momento, rivediamo il suo ex allenatore Veniero, conosciamo la madre di Roberto e i genitori di Valeria e tanti/e altri/e ancora.

Quale sia il miracolo segreto che dà il titolo al libro lo scopriremo solo nelle ultime righe che sono intrise di gratitudine, sono un messaggio positivo pieno di colore e suoni che ci lascia con il sorriso nel cuore: bravo Andrea!

Pubblicato in critica letteraria, narrativa, romanzo | Lascia un commento

Il miracolo segreto su Amazon


di Annamaria Trevale
4,0 su 5 stelle

Un romanzo generazionale

Di Andrea Masotti avevo letto e apprezzato il precedente “Intrigo sulla Moscova”, un thriller ben congegnato. Qui l’autore cambia completamente genere e ci presenta un romanzo intimista, costruito attorno a Roberto, un uomo quarantenne alle prese con una vita non facile. Promessa mancata del calcio, con un amore fallito alle spalle e un lavoro poco gratificante da svolgere, Roberto vive da padre single con la figlia Alice in un paesino dell’Appennino tosco emiliano, cercando di gestire al meglio i problemi alimentari della ragazzina, fino al giorno in cui è costretto a partire per cercare di rimettersi in contatto con Valeria, la ex moglie che lo ha lasciato subito dopo la nascita della figlia. Alle prese con problemi più grandi di lui, Roberto rischia più volte di perdersi, da anti eroe che rappresenta le speranze e i fallimenti di parte della sua generazione. Andrea Masotti ce lo racconta con un linguaggio asciutto e diretto, affrontando con gli occhi del suo personaggio l’enorme problema dei cambiamenti climatici e le preoccupazioni per il futuro che verrà.

Pubblicato in critica letteraria, narrativa, romanzo | Lascia un commento

Recensione di “Il miracolo segreto” su Leggere a colori


Recensione di Il miracolo segreto di Andrea Masotti
di FABIO PINNA

Recensione di Il miracolo segreto di Andrea Masotti
Titolo: Il miracolo segreto
Autore: Andrea Masotti
Pubblicato: Giugno 2019 da Pegasus Edition
Genere: Narrativa Contemporanea Collana: Emotion
Formato: Brossura Pagine: 196
Acquista libri a prezzi convenienti

📕 Acquistalo scontato su Ibs
📙 Acquista su Amazon

Se potessi cambiare il mondo o cambiare la tua famiglia cosa sceglieresti?

Valutazione
four-stars

In una mia riflessione, una volta scrissi che “le scelte sono il mezzo di trasporto più caro che ci sia. Le paghi con te stesso e ti portano dentro o via dalle persone”. Qualcuno sarà d’accordo, qualcun altro no. Mi è tornata in mente perché una visione del genere, in un certo senso, accompagna i protagonisti dell’ultimo libro che ho letto Il miracolo segreto di Andrea Masotti, a partire dai loro ricordi, passando per le giornate e i discorsi del loro articolato presente fino a condizionarne i propositi. Dall’inizio alla fine Roberto e i suoi ex compagni di squadra, Alice e Valeria vivranno trasportati da scelte, rassegnate o intraprendenti.

Il tema della vita mono genitoriale, fatta di routine e sfide, si intreccia con il tema attuale dei cambiamenti climatici, fenomeno mondiale percepito con più sensibilità dalle nuove generazioni e, anche in questo romanzo, avvertito con grande senso di responsabilità da Alice. Una millennial che vuole migliorare il pianeta ma non riesce a migliorare la sua vita.

Tutti voi adulti sottovalutate il problema, per usare l’auto, per consumare più energia con luci inutili e viaggi aerei… Ma il mondo dovrete lasciarlo a noi. E lasciarlo che respira ancora.

(Il miracolo segreto, pag.75)

Certamente, e questo lo scoprirete leggendo il libro, sarà proprio il timore di mutamenti irreversibili ai danni del pianeta a cambiare gli equilibri di questa modesta famiglia. Ma facciamo un passo indietro senza anticipare troppo.

Alice, sedicenne, vive da sempre con il papà Roberto e il cane Show in un piccolo paesino di montagna. Il distacco con la madre, avvenuto in tenera età, ha lasciato in lei strascichi psicologici sfociati in un disturbo alimentare con cui convive a caro prezzo. La mancanza della figura materna, una “certa” Valeria fuggita in America di cui non si sa praticamente nulla, evidenzierà i limiti del rapporto padre-figlia, dovuti alle circostanze, e comprometterà la stabilità familiare negli anni delicati dell’adolescenza.

Potremmo affermare che un problema non ce l’hai finché non te lo poni, non è proprio una definizione scientifica ma è una spiegazione spiccia che a volte funziona. Roberto, per istinto di protezione e per eccesso d’amore ha fatto naufragare la sua Valeria nel silenzio.

L’ho evitata alla tua coscienza come un corpo oscuro invisibile, un asteroide, un pericolo che può precipitare e crea una voragine. Ho preferito il silenzio all’odio, ma non è stata una buona idea, perché l’odio è una forza dell’animo e può sostituire l’amore. Può tramutarsi prima o poi in amore. Il silenzio lascia solo il deserto dei sentimenti.

(Il miracolo segreto, pag.45)

Roberto è un buon padre, uno di quegli uomini che prova ogni giorno a dare il massimo, nonostante il suo ruolo e la sua vita non siano un “prego si accomodi”. Cresce sua figlia senza alcun sostegno da sempre, e l’ha sempre fatto sacrificando ogni tipo di gratificazione personale, compreso l’idea di un nuovo amore. Tenta di vincere la solitudine con i ricordi delle piccole glorie del calcio giocato, con certe fantasie che cadono discrete su qualche donna che incontra, attraverso salubri passeggiate nella natura e, in corner, con una relazione via chat. Alle prese con i sensi di colpa per non essere in grado di “normalizzare” la sua famiglia, di non bastare, e questo non bilancia il valore e il costo delle sue privazioni. Ha la consapevolezza di non poter essere tutto quello che serve per garantire a sua figlia una vita priva di dolori, come ogni genitore vorrebbe. È un dare infinito, con qualcosa a perdere. Quel perdere è frustrante.

I pannolini, le notti insonni, e ora le crisi dell’adolescenza, i musi, i bisticci. La mia vita privata è un emmenthal pieno di buchi. La mia vita è lei, eppure non le basto.

(Il miracolo segreto, pag. 114)

Già, tranne che per Valeria, che assecondando i desideri di carriera ha rifiutato la responsabilità di allevare una nascita non pianificata. In questo imperdonabile vuoto permanente, s’infilerà per un breve periodo uno scaltro venditore che affibbierà ad Alice un software in grado di prevedere le condizioni climatiche del futuro di qualunque zona del pianeta partendo da una foto attuale. Secondo le promesse, almeno. Una simulazione, un gioco vero e stimolante che darà vitalità ad Alice ponendosi come possibile alternativa al fagocitare cibo senza controllo.

Ciò che, senza alcun ragionevole dubbio, potrebbe deteriorare la sua visione del mondo, la affascina.

(Il miracolo segreto, pag. 27)

Questo desiderio di conoscere il futuro del pianeta Terra evolverà in qualcosa di ancor più significativo, ovvero nel bisogno impellente di conoscere il futuro della propria madre. Questo implicherebbe conoscerla naturalmente, ovunque essa si trovi, qualunque sia la sua vita. E siccome Alice è una ragazzina testarda, e nel suo cuore bisognoso d’affetto ha già concesso a Valeria tutto il palcoscenico, tutto può succedere… e tutto, tra un continente e l’altro, resta imprevedibile. Non esiste un software capace di darci risposte sulle relazioni umane. Troppo complicate?

C’è, in secondo piano, il tema dell’amicizia. Risulta funzionale allo sviluppo della storia, eppure nella mia analisi questo aspetto risulta ben più importante per come si traduce nella scrittura di Andrea Masotti, aiutandoci a comprenderla. Perché è proprio quando i vecchi amici si ritrovano dopo tanti anni, con i ricordi di un mondo diverso e di una vita libera da responsabilità, quando si guardano in faccia da uomini ormai, con successi da raccontare e insuccessi da nascondere e annuendo capiscono il dolore senza confidarselo, e si danno man forte, è lì che si esprime la sensibilità dell’uomo. Che si esprime diversamente da quella femminile. Ed è lì che potrete leggere, con assoluta chiarezza, l’animo genuino, le doppie verità dell’errore, le buone intenzioni, i nodi in gola da portare come se nulla fosse. Nella sensibilità di quelle parole.

Una scrittura spigliata e ironica, concreta, ma sempre delicata. Nasconde angoli bui, grandi e complicati, del nostro pianeta come delle nostre vite, che attendono di essere illuminati.

Pubblicato in critica letteraria, romanzo, scrittura | Lascia un commento

IL MIRACOLO SEGRETO Pegasus Literary Awards 2019


Roberto, calciatore mancato, abita in un paese di montagna con la figlia adolescente Alice, affetta da disturbi alimentari. La madre di Alice, Valeria, brillante studentessa che non desiderava la maternità, è partita per proseguire la carriera in America tagliando i ponti con il passato. Un giorno il rappresentante di una ditta informatica presenta ad Alice un software sui cambiamenti climatici. Roberto cede ai desideri della figlia ma tramite le simulazioni emergono immagini agghiaccianti per l’umanità che accentuano l’ansia di Alice. Il modesto impiegato di provincia disperato per la salute di Alice parte per cercare Valeria.

Il miracolo segreto Editore Pegasus 2019 pag. 191 E. 14

Pubblicato in narrativa, romanzo | Lascia un commento

Il miracolo segreto in stampa


E’ sempre emozionante assistere alla nascita di una creazione e la stampa di un libro non fa eccezione. Anni di lavoro, non i nove mesi di gestazione, e poco prima ecco le immagini di ciò che sarà, come un’ecografia prenatale. La consegna è prevista alla fine di giugno.

Pubblicato in narrativa, romanzo, Uncategorized | Lascia un commento

“Il miracolo segreto” sarà premiato a Cattolica come romanzo inedito.


Il 13 aprile si svolgerà la cerimonia di premiazione. Il mio romanzo inedito, classificato secondo, verrà in seguito pubblicato e sarà reperibile sui principali siti di vendita.

Pubblicato in narrativa, romanzo | Lascia un commento