Insonnia – satira postmoderna


Insonnia – Satira postmoderna

Come disperso figliuolo, per magia
Ritrovai il mio caricabatteria

Era sì infisso al muro che sovente
Beveva duecentoventi di corrente

Senza il confronto dialettico ero stanco
Come una pecora inerme senza branco

Ma infine il cellulare mio devoto
sta acceso e pagherò per il mio voto

ad ogni istante mi riunirò col gregge
condividendo la notte insonne di chi legge.

Pubblicato in Satire, scrittura | Lascia un commento

Il miracolo segreto, recensione di Bruno Balloni


Ottima scoperta

Un romanzo intenso che affronta una tematica delicata da un punto di vista del tutto nuovo, quello di un padre single e del suo rapporto con la figlia adolescente affetta da problemi alimentari. Descrizioni che lasciano il segno per poesia e capacità di trascinare il lettore all’interno di luoghi ed animi. Autore scoperto per caso che, a mio parere, merita di essere tenuto in considerazione.

2 dicembre 2019

Pubblicato in narrativa, romanzo | Lascia un commento

una panchina rossa, di Loredana De Vita


daniela e dintorni

A Red Bench

Posso immaginarti seduta sulla tua panchina rossa a guardare l’immenso infinito di quel paesaggio che non vedrai mai.

Posso immaginare i tuoi sogni e le storie mai raccontate che non hai osato pronunciare per non sporcare la purezza dei tuoi sentimenti e pensieri.

Posso immaginare la tua disperazione e quella sensazione di essere un oggetto inutile e vuoto che non si riprenderà mai dal suo dolore e dalla sua distruzione.

Posso immaginare il dolore delle tue speranze tradite e il silenzio e la cecità di coloro che non ti hanno mai dato una mano mentre, nascondendo le tue lacrime, non hai pronunciato quelle parole per spezzare il loro silenzio e l’indifferenza.

Mi siedo su questa panchina rossa, il cappotto aderente al mio corpo per trattenere l’urlo che proviene dalla mia più profonda sofferenza e non voglio dire il tuo nome, che è il mio nome, che è…

View original post 148 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

I viaggi segreti di Carlo Rossmann di Elena Corti


Carlo Rossmann è archivista di un ente pubblico. Trascorre le sue giornate immerso nella penombra del seminterrato, tra migliaia di faldoni gonfi di carte ufficiali. È un uomo schivo, molto riservato, e quando è alla sua scrivania si sente al riparo dalle insidie del mondo esterno. Carlo è abituato alla solitudine, sia sul lavoro, dove non ricorda nemmeno il volto dei colleghi, sia a casa, dove vive in compagnia del suo adorato gatto. Poche parole, pochi incontri, tra cui l’indiscreta anziana dirimpettaia che passa le giornate spiando tutti i condomini, le loro abitudini. Un giorno, inaspettatamente, Carlo viene licenziato. Inizia così la sua personale epopea alla ricerca di un nuovo posto di lavoro. Lontano dalle scaffalature ingombre dell’archivio, via dal suo abituale rifugio, lo attende un mondo variegato e per lui folle e incomprensibile, fatto di personaggi bislacchi e pittoreschi. Da animatore per le feste a impiegato per un’azienda farmaceutica, da cameriere a dipendente del cimitero comunale, l’ingenuo protagonista di questo romanzo grottesco e surreale si ritrova coinvolto in una serie di avventure rocambolesche e colpi di scena inattesi. Fino all’epilogo.

Tutta la narrazione originale e piuttosto cinematografica si sviluppa sotto il segno dell’umorismo che passa dall’ironia al sarcasmo, mediando tra generi diversi e con velati riferimenti a opere note. L’immaginario molto marcato, dai tagli espressionisti, mette in sordina la psicologia dei personaggi che sono d’altra parte connotati dalla fisionomia e dalle loro azioni. La vicenda infine, ricca di idee curiose e scoppiettanti, è ben scritta e con alcune pagine poetiche. Una lettura decisamente divertente.

Pubblicato in Le mie recensioni, narrativa | Lascia un commento

Il miracolo segreto, la recensione di Lialegge


Lialegge

Valutazione five stars

“Il miracolo segreto” è un romanzo ben costruito, che tocca vari temi intrecciandoli con abilità. Il protagonista, Roberto, è una persono “normale”, senza picchi di virtù e di vizi, genitore single che si sforza di fare del suo meglio per sbarcare il lunario e per accudire Alice, la figlia adolescente che soffre di disturbi alimentari. La madre, Valeria, ha rifiutato di accollarsi le cure e le responsabilità che conseguono a una maternità da lei non desiderata ed è andata a vivere al di là dell’Oceano, negli Stati Uniti. Un elemento fantascientifico, un software che dovrebbe prevedere il futuro del pianeta e del suo clima, rivela qualcosa che rompe gli equilibri di questa famiglia monogenitoriale, spingendo Roberto a mettersi in cerca di Valeria. Con una scrittura limpida, sia nelle descrizioni sia nei dialoghi fluidi, Andrea Masotti disegna personaggi veri e credibili, con le loro aspirazioni, le loro frustrazioni, i fallimenti e i valori in cui credono: la famiglia, lo sport, l’amicizia, il futuro del pianeta.

Pubblicato in critica letteraria, romanzo | Lascia un commento

Il Miracolo segreto – Recensione di Daniela Domenici su “Daniela e dintorni”


Il miracolo segreto, di Andrea Masotti, recensione di Daniela Domenici

IL MIRACOLO SEGRETO, DI ANDREA MASOTTI, RECENSIONE DI DANIELA DOMENICI
4 settembre 2019

“…distruggerei anche la mia (immagine), il quadro patetico di chi ha voluto a tutti i costi una figlia per crescerla da solo. Sono certo di aver commesso una leggerezza fatale ma sono anche convinto che solo lei dia senso alla mia vita…”: in queste poche parole è racchiuso, secondo me, il messaggio, commovente e straordinariamente vero, di questo splendido libro di Andrea Masotti, medico e scrittore, il cui protagonista è Roberto, un uomo che vive in provincia, che fa l’ impiegato in una concessionaria e che ha scelto di tenere con sè la figlia mentre la madre, Valeria, ha voluto perseguire i suoi obiettivi di carriera andandosene all’estero; tra alti e bassi, difficoltà enormi ma anche tante dolci soddisfazioni, prosegue nel suo cammino di Padre con la P maiuscola. Sua figlia si chiama Alice ed è in piena adolescenza, un momento notoriamente di passaggio, oltremodo arduo da gestire soprattutto quando lei comincia a soffrire di disturbi alimentari.

Per aiutarla Roberto decide di andare a cercare Valeria ma…non vi racconto altro per lasciarvi immergere e avvolgere dalla magia di questa storia raccontata dall’autore attraverso moltissimi dialoghi dal ritmo veloce, quasi da giallo, frasi brevi e dense di aggettivi e qualche flashback che aiuta a ricostruire il passato di Roberto come grande promessa del calcio; ritroviamo due dei suoi migliori amici dell’epoca, Paolo e Pierre, che gli sono molto vicini in questo momento, rivediamo il suo ex allenatore Veniero, conosciamo la madre di Roberto e i genitori di Valeria e tanti/e altri/e ancora.

Quale sia il miracolo segreto che dà il titolo al libro lo scopriremo solo nelle ultime righe che sono intrise di gratitudine, sono un messaggio positivo pieno di colore e suoni che ci lascia con il sorriso nel cuore: bravo Andrea!

Pubblicato in critica letteraria, narrativa, romanzo | Lascia un commento

Il miracolo segreto su Amazon


di Annamaria Trevale
4,0 su 5 stelle

Un romanzo generazionale

Di Andrea Masotti avevo letto e apprezzato il precedente “Intrigo sulla Moscova”, un thriller ben congegnato. Qui l’autore cambia completamente genere e ci presenta un romanzo intimista, costruito attorno a Roberto, un uomo quarantenne alle prese con una vita non facile. Promessa mancata del calcio, con un amore fallito alle spalle e un lavoro poco gratificante da svolgere, Roberto vive da padre single con la figlia Alice in un paesino dell’Appennino tosco emiliano, cercando di gestire al meglio i problemi alimentari della ragazzina, fino al giorno in cui è costretto a partire per cercare di rimettersi in contatto con Valeria, la ex moglie che lo ha lasciato subito dopo la nascita della figlia. Alle prese con problemi più grandi di lui, Roberto rischia più volte di perdersi, da anti eroe che rappresenta le speranze e i fallimenti di parte della sua generazione. Andrea Masotti ce lo racconta con un linguaggio asciutto e diretto, affrontando con gli occhi del suo personaggio l’enorme problema dei cambiamenti climatici e le preoccupazioni per il futuro che verrà.

Pubblicato in critica letteraria, narrativa, romanzo | Lascia un commento